novembre 2016 archive

Consulta e riforma cd Madia

La Corte Costituzionale con sentenza n. 251 del 2016 ha dichiarato parzialmente incostitutizionali alcune norme della cd. riforma Madia e cioé della L. 125 del 2015. La stessa Corte ha pubblicato una sintesi della decisione. Segue il testo della sintensi mentre  per leggere la sentenza seguire il link vhe segue e impostare numero e anno …

Continue reading

Share

Permanent link to this article: http://studiodipietro.it/?p=2158

Azione di un consumatore e intervento delle associazioni 

Le Sezioni Unite, risolvendo la corrispondente questione di massima di particolare importanza, hanno ritenuto che se, giusta l’art. 3 della l. n. 281 del 1998, le associazioni iscritte possono agire per la tutela collettiva degli stessi diritti (dichiarati fondamentali) riconosciuti ai consumatori, a maggior ragione possono intervenire nel giudizio promosso dal singolo consumatore. E’ la …

Continue reading

Share

Permanent link to this article: http://studiodipietro.it/?p=2156

L’immediata impugnabilità del lodo non definitivo.

ART. 827, COMMA 3, C.P.C. – LODO NON DEFINITIVO – IMPUGNABILITÀ IMMEDIATA, O MENO – RISPETTIVA INDIVIDUAZIONE. Con sentenza n. 23463 del 18.11.2016 le Sezioni Unite Civili, interpretando l’art. 827, comma 3, c.p.c., hanno ritenuto immediatamente impugnabile, perché parzialmente decisorio del merito della controversia, il lodo recante una condanna generica, ex art. 278 c.p.c., o …

Continue reading

Share

Permanent link to this article: http://studiodipietro.it/?p=2151

Credito “sub iudice”: impossibilità dell’opposizione in compensazione

CREDITO “SUB JUDICE” – OPPOSIZIONE IN COMPENSAZIONE LEGALE O GIUDIZIALE – POSSIBILITÀ – ESCLUSIONE Le Sezioni Unite, pronunciando ai sensi dell’art. 363, comma 3, c.p.c., hanno affermato che se è controversa, nel medesimo giudizio instaurato dal creditore principale, o in altro già pendente, l’esistenza del controcredito opposto in compensazione, il giudice non può pronunciare la …

Continue reading

Share

Permanent link to this article: http://studiodipietro.it/?p=2149

Art 345, comma 3, cpc ante riforma

La Terza Sezione Civile della Corte di Cassazione con ordinanza interlocutoria n. 22602 del 7.11.2016 ha rimesso gli atti al Primo Presidente per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite della questione, su cui sussiste contrasto, relativa al significato da attribuire alla nozione di prova “indispensabile”, ai sensi ed agli effetti di cui all’art. 345, comma 3, …

Continue reading

Share

Permanent link to this article: http://studiodipietro.it/?p=2129

Fino all’1.1.2010 nel calcolo della soglia usura non si computa la CMS: lo ribadisce la Cassazione.

In questo sito avevamo dato conto ( v. http://studiodipietro.it/?p=1771 )  di una importante pronuncia della Prima Sezione Civile della Cassazione e cioé la sentenza n. 12965 pubblicata il 22 giugno 2016 che, prima sentenza della Cassazione Civile sul punto, ha aderito all’orientamento, già predominante nella giurisprudenza di merito, secondo cui fino all’1.1.2010 nei contratti bancari,  …

Continue reading

Share

Permanent link to this article: http://studiodipietro.it/?p=2095

La pubblicità della sentenza di condanna penale

La modalità di pubblicazione della sentenza penale di condanna nel sito internet del Ministero della giustizia, con esecuzione d’ufficio ed a spese del condannato, a norma dell’art. 36 cod. pen., può essere disposta esclusivamente nei casi in cui essa sia prevista dalla legge come sanzione accessoria e non anche qualora la pubblicazione della sentenza sia …

Continue reading

Share

Permanent link to this article: http://studiodipietro.it/?p=2094

Avvocati stabiliti con titolo acquisito in Romania

La Corte di Cassazione a Sezioni Unite con sentenza pubblicata il 7.11.2016 n. 22520 torna sul tema dei requisiti necessari per iscriversi presso un COA italiano nella sezione degli avvocati stabiliti per coloro che hanno acquisito il titolo presso una delle Istituzioni operanti in Roamnia, ritenuta non legittimata a rilasciare il titolo. Sul sito della …

Continue reading

Share

Permanent link to this article: http://studiodipietro.it/?p=2089

Reato abrogato e trasformato in illecito civile: le conseguenze sulle statuizioni civilistiche 

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione con sentenza n 46688 del 29.09.2016 – deposito del 7.11.2016 – hanno affermato i seguenti principi di diritto:- in caso di sentenza di condanna relativa a un reato successivamente abrogato e qualificato come illecito civile ai sensi del d.lgs. 15 gennaio 2016, n. 7, il giudice dell’ impugnazione, …

Continue reading

Share

Permanent link to this article: http://studiodipietro.it/?p=2085

Chiarezza e sinteticità nella redazione degli atti giudiziari

Importante sentenza della Cassazione Sezione Seconda Civile n. 21297 pubblicata il 20 ottobre 2016 che spiega la portata dell’obbligo di redigere atti giudiziari chiari e sintetici. Secondo la Corte il rispetto del dovere di chiarezza e sinteticità espositiva negli atti processuali costituisce principio generale del diritto processuale, la cui inosservanza nella proposizione del ricorso di …

Continue reading

Share

Permanent link to this article: http://studiodipietro.it/?p=2071

Accessori su emolumenti di pubblici dipendenti: sul lordo o sul netto?

La Sezione Lavoro della Cassazione ha trasmesso gli atti al Primo Presidente per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite della questione, ritenuta di massima di particolare importanza, se, in riferimento agli accessori dei crediti retributivi dei pubblici dipendenti, debba essere utilizzata come base di calcolo la somma dovuta al lordo o piuttosto quella corrisposta al netto …

Continue reading

Share

Permanent link to this article: http://studiodipietro.it/?p=2061

Quando il discredito dell’impresa concorrente e’ lecito.

La diffusione di informazioni che arrecano discredito e pregiudizio all’azienda dell’impresa concorrente rientra nel legittimo esercizio del diritto di critica e non costituisce atto di concorrenza sleale per denigrazione allorquando tali informazioni siano veritiere e non costituiscano l’occasione per formulare vere e proprie offese ed invettive nei confronti del concorrente. Lo ha stabilito la Prima …

Continue reading

Share

Permanent link to this article: http://studiodipietro.it/?p=2060