Lug 29

Unioni civili: arriva il regolamento per la tenuta dei registri di stato civile

Sulla Gazzetta Ufficiale del 28.7.2016 serie generale n. 175 é stato pubblicato il DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 23 luglio 2016, n. 144 recante “Regolamento recante disposizioni transitorie necessarie per la tenuta dei registri nell’archivio dello stato civile, ai sensi dell’articolo 1, comma 34, della legge 20 maggio 2016, n. 76”.

Il decreto é entrato in vigore il 29.7.2016 e lo resterà  fino all’entrata in vigore dei decreti legislativi previsti all’art. 1, comma 28, della L.  20.5.2016 n. 76.

Ecco il testo del decreto

Download (PDF, 210KB)

Permalink link a questo articolo: http://studiodipietro.it/?p=1810

Lug 26

Mancata presenza in udienza del querelante e remissione tacita della querela

Con sentenza n 31668 depositata il 21 luglio 2016, le Sezioni unite della Corte di cassazione hanno affermato il principio di diritto, secondo cui integra remissione tacita di querela la mancata comparizione alla udienza dibattimentale (nella specie davanti al Giudice di pace) del querelante previamente ed espressamente avvertito dal giudice che l’eventuale sua assenza sarà interpretata come fatto incompatibile con la volontà di persistere nella querela.Ecco il link per leggere la motivazione Cass Pen 31668-2016

Permalink link a questo articolo: http://studiodipietro.it/?p=1808

Lug 26

Valido il matrimonio telematico (in Pakistan)

img_1447La Prima Sezione Civile della Corte ha ritenuto la compatibilità con l’ordine pubblico interno del matrimonio celebrato in Pakistan da una cittadina italiana e da un cittadino pakistano e contratto, secondo la legge straniera, in forma telematica e, dunque, senza la contestuale presenza dei nubendi.
Trattasi della sentenza n.   15343 pubblicata il 25.07.2016. Ecco il link per leggere la motivazione sul sito della Suprema Corte Cass. civ 15343 del 2016

Permalink link a questo articolo: http://studiodipietro.it/?p=1803

Lug 26

Acquisizione sanante: sugli indennizzi decide il Giudice ordinario.

casa-e-catasto-3Sono devolute alla giurisdizione del giudice ordinario, ed alla competenza in unico grado della corte di appello operante in materia di indennità di esproprio, le controversie relative alla determinazione degli indennizzi previsti in caso di adozione di provvedimento di “acquisizione sanante” ex art. 42 bis del d.P.R. n. 327 del 2001, incluse le somme dovute per il periodo di occupazione senza titolo del bene – a norma del comma 3 di detto articolo – nella misura del 5 per cento annuo del valore venale dello stesso.
Lo ha stabilito la Corte di Cassazione Sezioni Unite Civili con sentenza pubblicata il 25 luglio 2016 n . 15283. Di seguito il link per leggere la motivazione Cass Civ 15283 del 2016

Permalink link a questo articolo: http://studiodipietro.it/?p=1801

Lug 20

La natura della responsabilità precontrattuale

Cassazione 3La Prima Sezione Civile della Corte di Cassazione, con sentenza n. 14188 del 12.7.2016, rimeditando un proprio precedente indirizzo, ha ritenuto che la responsabilità precontrattuale (nella specie, della P.A.) non abbia natura extracontrattuale, ma debba correttamente inquadrarsi nella responsabilità di tipo contrattuale da “contatto sociale qualificato”, inteso come fatto idoneo a produrre obbligazioni ai sensi dell’art. 1173 c.c., con conseguente applicazione del termine di prescrizione decennale di cui all’art. 2946 c.c.

Ecco il link per la motivazione sul sito della Corte Cass Sez. I 14188 del 2016

Permalink link a questo articolo: http://studiodipietro.it/?p=1797

Lug 19

La notifica va male: devi subito riattivarti per ripeterla.

notifica4Importante pronuncia delle Sezioni Unite Civili della Corte di Cassazione in tema di notificazioni é rappresentata dalla sentenza n. 14594 del 15.7.2016 che sul campo pratico ha risvolti notevolissimi.

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://studiodipietro.it/?p=1794

Lug 14

Non rispetti la raccolta porta a porta? Giusta la sanzioni amministrativa.

imageSimpatica  sentenza della Cassazione Civile, la N. 14251 del 12.7.2016.

Il caso è quello di un cittadino che si era vista applicata una sanzione amministrativa perché in un cassonetto presso il cimitero, dentro una busta di plastica, erano stati ritrovati documenti a lui riconducibili. Ciò dunque in violazione della normativa che disciplina la raccolta porta a porta dei rifiuti, visto che il soggetto abitava in tutt’altra zona della città.

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://studiodipietro.it/?p=1788

Lug 13

Non rispetti la raccolta porta a porta dei rifiuti? È’ legittima la sanzione amministrativa

imageSimpatica sentenza della Cassazione Civile la N. 14251 del 12.7.2016.

Il caso è quello di un cittadino che si era vista applicata una sanzione amministrativa perché in un cassonetto presso il cimitero, dentro una busta di plastica, erano stati ritrovati documenti a lui riconducibili. Ciò dunque in violazione della normativa che disciplina la raccolta porta a porta dei rifiuti, visto che il soggetto abitava in tutt’altra zona della città.

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://studiodipietro.it/?p=1774

Lug 09

CMS e tasso soglia usura ante 1.1.2010: la Cassazione mette la parola fine alle discussioni

saggio interessi legaliPer le aperture di credito fino alla data dell’1.1.2010 si era posto il problema se, nella verifica del superamento del tasso soglia usura, nel calcolo del TEGM andasse computata anche la CMS. Discussioni non risoltesi a seguito del D.L. 185/2008 convertito con legge 2/2009, che all’art. 2 bis stabilisce che “……………….il Ministro dell’Economia e delle Finanze, sentita la Banca d’Italia, emana disposizioni transitorie in relazione all’applicazione dell’articolo 2 della legge 7 marzo 1996, n. 108, per stabilire che il limite previsto dal terzo comma dell’articolo 644 del codice penale, oltre il quale gli interessi sono usurari, resta regolato dalla disciplina vigente alla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto fino a che la rilevazione del tasso effettivo globale medio non verrà effettuata tenendo conto delle nuove disposizioni. A fronte di una giurisprudenza che, richiamando alcune sentenze della Cassazione penale, ha considerato tale norma come meramente interpretativa, la giurisprudenza di merito prevalente ritiene che per tutto il periodo antecedente alla disciplina di cui alla L. 2/2009 la CMS va esclusa nel calcolo del TEG (da ultimo Trib. Palermo 17.2.2016 n. 992 in expartecreditoris.it; Corte di Appello di Milano 12.01.2016 n. 52 in expartecreditoris.it; Trib. Modena 3.2.2016 n. 250 in Redazione Giuffré; Tribunale Rovigo dott.ssa P. Cossu 11.3.2015 in expartecreditoris.it; Tribunale Varese 10.4.2015 n. 194 in expartecreditoris.it; Tribunale di Lecco 7.8.2015 n. 602 in expartecreditoris.it).

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://studiodipietro.it/?p=1771

Lug 08

Dichiarazioni raccolte dal GD e utilizzabilità nel dibattimento penale

fallimentoCorte di Cassazione

Quinta sezione penale

Sentenza n. 27898 ud. 28/04/2016 – deposito del 06/07/2016

La Quinta Sezione ha affermato che è legittimo l’inserimento nel fascicolo del dibattimento, come documenti ai sensi dell’art. 234 cod. proc. pen., dei verbali delle dichiarazioni raccolte dal Giudice Delegato nella procedura fallimentare.

Link alla motivazione

Permalink link a questo articolo: http://studiodipietro.it/?p=1767

Post precedenti «